users online quellachenonsei
Il prof di Italiano è un ragazzo giovane, si e no sulla quarantina. A dire il vero é del ‘79. Quindi ha circa trantacinque anni, ma comunque. Entró il classe, guardó tutti, sembrava volerci leggere dentro. Come mia solita sfiga, scelse me per parlare per prima, schiuse le labbra e con un tono abbastanza sicuro affermó “Ehi, tu, ragazzina. Sei una che legge? Che scrive? Il tuo libro preferito? Che musica ascolti?” lo guardai stranita per qualche secondo, poi con la mia solita aria piuttosto sfacciata risposi “Beh, ad essere onesta sono una che legge molto, la mia professoressa delle medie pensava fossi depressa. Scrivere? Cosa vuole che le dica, prof. Non sono né Bukowski, né Freud, né Pirandello, scrivo qualcosa ma non sono eccellente. Il mio libro preferito, dice? Beh, la solitudine dei numeri primi, certamente. Che musica ascolto? Beh, passo da Justin Bieber, a Lady Gaga, ai The Pretty Reckless, ai Ramones, i Nirvana, i Pink Floyd, e poi, vabbé, De André, Vasco Brondi e Ligabue.” stupito dall’arroganza delle mie frasi rimase in silenzio per qualche secondo, poco dopo aggiunse “Una ragazza piuttosto confusa, ehm, ma perché ti piace tanto La solitudine dei numeri primi?” lo guardai, come di solito si guarda qualcuno che vorresti vedere morto, e risposi molto educatamente “Prof, lei ha presente quando si ama qualcuno e sareste disposto ad uccidere per questa persona? Bene, quel libro intende l’amore in un altro modo. Lei troppo timida ed insicura per farlo innamorare di sé, lui troppo anaffettivo per riuscire ad amarla. Insomma, prof, io non credo che l’amore sia morire per la persona che si ama, io credo che l’amore sia andare da quella persona e urlargli contro ció che si prova.” Continuava a guardarmi, un po’ con aria stupita, in conclusione aggiunse “Beh, ragazzina ti sottovalutavo, non sei cosí stupida come vuoi lasciar credere.”
― Io e il mio prof di Italiano, ieri, al liceo, primo giorno di scuola, IV ginnasio. (via solacomelascuolainestate)
Anonimo: Caro amore non corrisposto..

Caro amore non corrisposto,
grazie perché grazie a te sono cresciuta, sono migliorata esteriormente, ho iniziato a curarmi di più e, soprattutto, sono cresciuta interiormente, sono maturata e non ho più il cervello di una bambina.
Ma vaffanculo, perché per colpa tua, adesso, ho problemi a fidarmi delle persone, sono molto riservata, le mie cose non le sa nessuno, sono diventata insicura di me stessa, da lì, ho iniziato ad avere scarsa autostima, ho iniziato a guardarmi allo specchio e a non piacermi più, sono diventata ancora più timida e adesso ho paura a parlare con i ragazzi. Quando un ragazzo mi guarda, io abbasso lo sguardo, perché ho paura che pensi che sono brutta. In più, in quel periodo, ho iniziato a mangiare sempre di più e sono ingrassata molto. Sono migliorata perché iniziai a truccarmi, mi tagliai i capelli, iniziai a vestirmi meglio. Ma di fisico eccome se peggiorai. Iniziai a dire “fanculo, tanto lui non mi vuole lo stesso, anche se sono magra, quindi ingrassiamo”.
Nessuno si merita un amore non corrisposto ,nessuno. Con esso, si inizia a pensare che l’amore è una merda e che non esiste l’amore vero.
Quindi, caro amore non corrisposto, ti auguro le stesse cose che hai fatto passare a me. E vaffanculo ancora una volta.

:)

seiilmiopensierostupendo:

PER CHIUNQUE VOGLIA SFOGARSI, PARLARE, RIDERE, PIANGERE, COMPAGNIA, IO SONO QUI, OGGI SONO PRONTA AD ASCOLTARE TUTTI! QUINDI NON ESITATE A MANDARMI UN MESSAGGIO, PERCHE’ IO SONO QUI! SE VOLETE SFOGARVI IO SONO QUI AD ASPETTARVI!

theme by modernise